Gli albergatori non possono più ignorare la necessità di avere un sito web accessibile da dispositivo mobile, (ne avevo già parlato in questo articolo lo scorso gennaio) questo è confermato da un webinar di eMarketer, nel quale è previsto che più di 40 milioni di consumatori faranno acquisti via smartphone nel 2017.

È altrettanto importante, tuttavia, tenere conto delle differenze tra smartphone e tablet e del modo in cui gli utenti li adoperano per la scelta e l’acquisto di un viaggio.

I tablet sono impiegati principalmente in fase di ricerca per via degli schermi più larghi, ideali per vedere foto e video della meta delle proprie vacanze, idem per gli smartphone che però sono usati più spesso in fase di booking.

Per capire meglio come gli utenti ricercano e prenotano online riporto i dati più significativi presenti nell’infografica Travelling Across Screens:

sempre-piu-mobile

  • oltre il 70% delle prenotazioni via Smartphone sono state effettuate lo stesso giorno del check in – fonte Orbitz.com
  • il 43% delle prenotazioni via smartphone sono state effettuate mentre l’utente era in automobile – fonte Priceline
  • il 47% degli utenti comincia a pianificare il proprio viaggio con lo Smartphone e poi il 45% continua sul proprio PC – fonte Google/Ipsos

Grazie alla geolocalizzazione, inoltre, gli hotel possono intercettare i viaggiatori che si trovano già nelle vicinanze e offrire promozioni esclusive, infatti è previsto un incremento del 54,2% della spesa in advertising destinato al mobile.

Nessun commento