In questo articolo troverai alcuni consigli semplici e utili che ti aiuteranno a organizzare e creare messaggi di email marketing più attraenti ed efficaci. Provali anche tu!

email_640

Come funziona la strategia di Email Marketing?

Si tratta di e-mail regolari inviate a una lista di abbonati che hanno scelto di ricevere aggiornamenti da un’azienda.

Le newsletter di solito non hanno messaggi di vendita espliciti, ma cercano invece di costruire un rapporto tra un cliente e un marchio.
Spesso hanno un tono di conversazione e contengono notizie e informazioni che possono interessare il cliente.

L’obiettivo è quello di mantenere un cliente in contatto con un’azienda anche quando non acquista nulla.

Si tratta di e-mail che vengono inviate dopo che determinate azioni le hanno attivate. Quando un cliente acquista un prodotto o effettua una prenotazione, vengono inviate e-mail di conferma della transazione.

Le e-mail transazionali spesso contengono anche nuovi messaggi di vendita. Gli studi hanno dimostrato che le email transazionali sono aperte il 51,3% delle volte, mentre le newsletter sono aperte solo il 36,6% delle volte.

Ma ecco qualche consiglio che ti aiuterà a organizzare e creare messaggi efficaci.

1. Mantieni la larghezza a 600px

La maggior parte delle persone legge i propri messaggi email con l’aiuto degli smartphone, ma questo non vuol dire che bisogna trascurare quelli che controllano la loro posta sul desktop. Con client di posta elettronica differenti come MS Outlook, Mozilla, Thunderbird, Gmail, Yahoo, Apple mail, iOS o Google Android mail, come anche su diversi dispositivi, la tua newsletter di solito non viene visualizzata allo stesso modo.

esempio

 

2. Utilizza sufficiente spazio vuoto

White space è lo spazio vuoto intorno a un determinato elemento nel messaggio, che oltre ad essere utilizzato spesso è anche molto apprezzato nei template per email. Perché – perché attira immediatamente lo sguardo del lettore su quello che vuoi che veda. Dà agli occhi la possibilità di risposare dalla continua stimolazione, perciò ricordati di utilizzare sia lo spazio vuoto attivo che passivo.

Lo spazio vuoto attivo intorno ad un determinato elemento, mette in evidenza ciò che ha una funzione chiara. Un esempio del genere è p.es. la tua chiamata all’azione (Call To Action – CTA) che risalterà di più, se intorno lascerai dello spazio vuoto. Lo spazio vuoto passivo, invece è p.es. lo spazio intorno alla parte principale del contenuto.

 

3. Utilizza il piè di pagina o «footer» del messaggio

La tua newsletter deve avere una successione logica che i lettori si aspettano e alla quale sono abituati. Come prima cosa presentati – all’interno del messaggio deve essere ben visibile il logo della tua azienda o il marchio di fabbrica, invece le parti importanti del messaggio devono essere al centro dell’attenzione.

Ma questo non vuol dire che il piè di pagina o «footer» non sia importante. Ti consigliamo di inserire qui il collegamento alla cancellazione o le modifiche d’iscrizione, i dati di contatto della tua azienda e le regole sul settore della privacy.

4. Rispetta il modello F

Il modello di lettura F significa che quando si vuole controllare velocemente cosa c’è di importante in un messaggio, si forma con lo sguardo la lettera F. Perciò quando consideri dove inserire un contenuto importante, abbi in mente questo modello.

 

f

 

La pratica rende maestri e lo stesso vale anche nella creazione della newsletter.

 

Nessun commento